Menu rapido

Questo è un menu rapido per raggiungere più rapidamente i contenuti del blog a te più comodi.
Clicca qui per esser reindirizzato dove credi.

7 consigli per curare l’onicofagia naturalmente

Home/Benessere, Servizi offerti/7 consigli per curare l’onicofagia naturalmente


Curare l’onicofagia
senza farmaci né prodotti chimici è possibile seguendo i giusti consigli!onicofagia

L’onicofagia, ovvero la “mania” di mangiarsi le unghie, è molto diffusa sia negli uomini che nelle donne.

Circa il 60% di uomini e donne soffre, o ha sofferto, di questo disturbo, che spesso viene curato con pomate o unguenti contenenti cortisone o sostanze chimiche che possono essere rischiose, a lungo andare, per l’organismo.

L’onicofagia è anche molto pericolosa, in quanto è perenne il rischio di infezioni più o meno gravi di dita, gengive e

Se anche tu ti mangi le unghie e hai deciso di smettere, eccoti 7 consigli per curare l’onicofagia in maniera naturale:

  1. Radice di liquirizia. La prima regola, all’inizio, è di sostituire le dita con un altro oggetto da mordicchiare. La liquirizia sarà quindi un’ottima alleata nei momenti di maggior “astinenza”.
  2. Aloe Vera. Oltre ad avere infinite proprietà curative, l’aloe vera ha un sapore davvero sgradevole. Questo la rende un’ottima arma per combattere l’onicofagia, in quanto rigenera e lenisce le dita e le unghie, e nel frattempo le tiene ben lontane dai tuoi denti.
  3. Cipolla. Probabilmente non è il massimo accarezzare il tuo amato dopo esserti strofinata la buccia della cipolla sulle dita, ma è un rimedio davvero valido per impedirti di rosicchiarti le unghie e nutrile.
  4. Olio essenziale di Tea Tree. Il suo odore particolarmente forte e il suo sapore disgustoso ti faranno preferire tenere le mani in tasca. Applicalo due/tre volte nell’arco della giornata.
  5. Peperoncino. E’ certamente uno dei più indicati consigli per curare l’onicofagia, ma anche uno dei più pericolosi: immergi le unghie in un composto di peperoncino o tabasco e risciacquatelo, ma attenzione a non strofinarti occhi e naso!
  6. Aceto bianco. Il suo sapore acre renderà le tue unghie “irrosicchiabili”, oltre ad avere proprietà disinfettanti.
  7. Erbe rilassanti. Sotto forma di tisana o pastine, le più indicate sono: passiflora, valeriana e melissa.

curare l'onicofagia

Come avrai capito, il primo step per curare l’onicofagia è andare a ricercarne le cause.

Solitamente ansia e stress sono i principali imputati, in quanto influiscono sul nostro umore dandoci la necessità di sfogare tutta la tensione interiore.

Ecco perché, anche nel curare l’onicofagia in maniera naturale, è fondamentale il rilassamento, e quale modo migliore se non concedersi del tempo per farsi coccolare?

Per intervenire invece immediatamente sul problema estetico (ed impedire di rovinare ulteriormente le tue unghie) potresti optare per la ricostruzione unghie con gel o acrilico, che oltre a dare un look curato e sano alle tue mani, oltre a proteggere le unghie e permettergli di crescere senza spezzarsi.

Presso i nostri centri potrai trovare personale altamente qualificato su massaggi rilassanti, distensivi e trattamenti corpo e sulla ricostruzione unghie.

Contattaci al centro GruppoY più vicino a te:

-EsteticamenteMyo Anzio (RM) 06 64011077

-EsteticamenteMyo Rimini 0541 1575521

-Myosana Dogana (RSM) 0549 970728

-Beauty Time Borgo Maggiore (RSM) 0549 903637